moiserid

Un nuovo progetto di Gianna Moise

Anche Abate Zanetti è tra i promotori del progetto “Pesce fuor d’acqua” ideato dall’artista Gianna Moise in occasione di Expo 2015.  Soggetti ed enti diversi tra loro coopereranno per realizzare una grande installazione che, sulle tracce di Expo, avrà tre temi principali: la sostenibilità ambientale, il cibo come fonte di energia e, l’arte e l’insegnamento come pane per l’anima.

Su un fondale marino disegnato da street artists e animato dai pesci in vetro soffiato di Gianna Moise creati presso Abate Zanetti, prenderanno vita una serie di opere realizzate dagli artisti della Sibernagl Undergallery riciclando oggetti in disuso, e saranno esposti i manufatti in ceramica degli studenti della Scuola Cova.

Il titolo “pesce fuor d’acqua” fa riferimento al pesce, protagonista dell’installazione, oltre che di molte opere di Gianna Moise. Il pesce è stato scelto come simbolo universale, cui sin dall’antichità sono stata date molteplici connotazioni, ed in quanto alimento fondamentale per buona parte della popolazione mondiale. Più nello specifico un pesce fuor d’acqua è un individuo poco consapevole, non in grado di relazionarsi con lo spazio attorno ad esso. L’obiettivo dell’operazione è allora creare conoscenza, facendo sì che nessuno, in relazione alle tematiche trattate, sia più un pesce fuor d’acqua: né i consumatori, invitati al recupero di un’ alimentazione più naturale e al sostenimento uno stile di vita più ecologico, né i giovani e gli studenti, coinvolti attivamente nel progetto, affinché possano comprendere la realtà che li circonda. A tale proposito, concorre al progetto anche Cose per crescere, che dal suo sito lancia il concorso per bambini e ragazzi “Il tuo personaggio per Expo”.

L’installazione itinerante verrà esposta in diversi momenti durante Expo:

21 maggio – 25 maggio Building Brian & Barry – Via Durini 28 – Milano

12 settembre Galleria Undergallery, Alzaia Naviglio Grande – Milano

12 novembre Rotary Club Milano Est – Milano