azmurano

Fin dalla prima edizione, svolta nel 1963 nell’isola di San Giorgio a Venezia, il Premio Campiello, istituito per volontà degli Industriali del Veneto, è universalmente ritenuto, non solamente uno tra i più prestigiosi premi letterari d’Italia, ma uno strumento in grado di contribuire alla diffusione e alla promozione della narrativa italiana.

Martedì 24 giugno, in occasione della prima tappa degli “Incontri con gli Autori” la Scuola del Vetro Abate Zanetti ha avuto l’onore di ospitare nella sua splendida location di Murano, la cena con gli autori finalisti.

Il ruolo formativo e creativo del premio, rappresenta il trait d’union con la Scuola del Vetro Abate Zanetti, che non è solamente un centro di eccellenza nella produzione, ricerca e design del vetro, ma realizza, coordina e promuove attività didattiche ad alto contenuto innovativo.

La serata si è svolta in un’atmosfera magica, nella quale la creatività ha svolto il ruolo di assoluta protagonista: da un lato come espressione dalla maestria degli scrittori nel tradurre una storia in un’opera di narrativa, e dall’altro come espressione dell’abilità dei maestri del vetro, capaci di trasformare un progetto in un’opera d’Arte.

Gli ospiti, non costituiti solamente dagli autori finalisti e dalle loro Case Editrici, ma anche dal Comitato di Gestione e dall’Organizzazione di Confindustria Veneto, dopo aver ricevuto il benvenuto dalla Presidente di Abate Zanetti Dott.ssa Martina Semenzato, hanno potuto assistere ad una dimostrazione della lavorazione del vetro soffiato da parte del maestro Giancarlo Signoretto, mettendosi anche singolarmente alla prova (come le decine di allievi che frequentano i corsi della Scuola), e potendo sperimentare in prima persona tutte le difficoltà della tecnica.

Illuminata dall’unione di lampadari dal design classico e moderno, e incorniciata dall’esposizione delle opere vincitrici del Premio Murano, la cena si è svolta in un contesto “irreale”, nel quale anche l’acqua minerale, bevuta nei “goti” creati a mano dal maestro, aveva un diverso sapore.